Istituto Professionale per i Servizi Commerciali, Turistici e Sociali, navigazione veloce.
menu principale [0] | contenuto principale [7] | menu secondario [8] | piè di pagina [9]
Istituto Professionale per i Servizi Commerciali, Turistici e Sociali
DLuigi Einaudi

Via Spezzaferri, 7 - 26900 LODI

casella di posta certificata: lorc01000q@pec.istruzione.it

0371/36.488-32.008 - Fax 0371/43.09.35

P. IVA 84508360157 - Codice Meccanografico dell'Istituto: LORC01000Q
sei in home - genitori - regolamenti
Contenuto principale

REGOLAMENTI SCOLASTICI

Patto di corresponsabilità

Scarica il Patto di corresponsabilità (formato .pdf)

 

Regolamento di Istituto

La scuola è una comunità all'interno della quale tutti coloro che ne fanno parte (insegnanti, alunni, personale non docente) debbono «convivere» per molte ore al giorno, al fine di svolgere assieme un lavoro didattico-formativo efficace che conduca gli alunni a una maturazione umana, culturale e tecnica, e costituisca al contempo un'occasione di crescita continua anche per gli insegnanti.

A scuola ci si può «trovare bene» o «trovare male», e ciò può influenzare notevolmente l'attaccamento dei giovani all'istituzione scolastica, ed il loro profitto. Per ottenere ciò è opportuno che tutti osservino e facciano rispettare alcune regole generali, mirate alla serena e corretta convivenza.

Tali regole sono esplicitate appunto nel «Regolamento di Istituto», e sono sintetizzate nel «contratto formativo» che ciascuno studente si impegna a rispettare nel momento stesso in cui si iscrive alla Scuola, ed ogni insegnante da parte sua assicura di osservare nel momento in cui riceve l’incarico.

Scarica il Regolamento di Istituto (in formato .pdf)

 

La Carta dei Servizi

La Carta dei servizi è un documento che ogni Ufficio della Pubblica Amministrazione è tenuto a fornire ai propri utenti. In essa sono descritte:

  • finalità,
  • modi, criteri e strutture attraverso cui il servizio viene attuato,
  • diritti e doveri,
  • modalità e tempi di partecipazione,
  • procedure di controllo che l'utente ha a sua disposizione.

La Carta è lo strumento fondamentale con  il quale si attua il principio di trasparenza, attraverso la esplicita dichiarazione dei diritti e dei doveri sia del personale, sia degli utenti.

Si ispira  agli articoli 3, 33, 34 della Costituzione Italiana, che sanciscono e tutelano il rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità, tutela della dignità della persona, e che vietano ogni forma di discriminazione basata sul sesso, sull'appartenenza etnica, sulle convinzioni religiose, e impegna tutti gli operatori e la struttura nel rispetto di tali principi.

Scarica la Carta dei Servizi dell'Istituto (in formato .pdf)

 

Contratto formativo

Il contratto formativo, espressione della scuola dell'autonomia ed elaborato in coerenza con gli obiettivi che caratterizzano il POF dell'Istituto, è la dichiarazione, esplicita e partecipata, dell'operato della scuola.

Viene stipulato, in particolare, dal docente e dall'allievo, ma con il coinvolgimento dei genitori, dell'intero consiglio di classe, degli organi dell'istituto, degli enti esterni preposti o interessati al servizio scolastico e comporta da parte dei contraenti (studenti/docenti/genitori) un impegno di corresponsabilità. Pertanto:

L'allievo deve conoscere:

  • gli obiettivi didattici ed educativi che deve raggiungere;
  • Il percorso da seguire;
  • la metodologia di studio e di apprendimento, gli strumenti per le verifiche e i criteri di valutazione;
  • partecipare attivamente alla realizzazione del suo percorso formativo.

Il docente deve:

  • Elaborare una programmazione didattico-educativa che armonizzi il progetto formativo della scuola con la fisionomia delle singole classi e sia coerente con la specificità delle discipline e con gli orientamenti e le scelte individuali operate;
  • Motivare il proprio intervento didattico;
  • Esplicitare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione.

 Il genitore deve:

  • Conoscere l'offerta formativa;
  • Esprimere pareri e proposte;
  • Collaborare con la scuola per il raggiungimento degli obiettivi didattici ed educativi;
  • Contribuire con le proprie competenze, professionalità e con i propri mezzi al raggiungimento di tali obiettivi.

 

Lo statuto degli studenti e delle studentesse

Lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti è entrato in vigore dal giugno 1998. La sua elaborazione è stata il risultato di un lungo confronto che ha coinvolto il mondo scolastico e in primo luogo gli studenti, attraverso le loro associazioni, le loro rappresentanze istituzionali e numerosissimi contributi inviati dalle assemblee d'istituto.

Lo Statuto ridefinisce la scuola "luogo di formazione e di educazione mediante lo studio", ribadendo concetti fondamentali quali: la crescita della persona, lo sviluppo dell'autonomia individuale, il raggiungimento di obiettivi culturali e professionali.

Vengono individuati i principi di un corretto rapporto fra studenti e docenti, basato sulla pari dignità e sulla distinzione di ruoli, sul rispetto reciproco e sulla cooperazione volta alla realizzazione delle finalità della scuola ispirandosi alla Convenzione internazionale sui Diritti dell'Infanzia.

È particolarmente significativo l'accento posto sulla necessità che gli insegnanti esercitino il loro diritto-dovere di determinare il percorso didattico attivando un dialogo con gli studenti, discutendo con loro le richieste, le opinioni e le valutazioni. Gli studenti devono "frequentare regolarmente i corsi e assolvere assiduamente agli impegni di studio", rispettare le persone, osservare le norme, prendersi cura del patrimonio della scuola.

Attraverso lo Statuto furono sostituite le vecchie norme che regolavano la disciplina nella scuola, benché ampiamente superate e per questo di fatto non più applicate. Con le nuove norme, superando sanzioni come l'espulsione, si chiede alla scuola di prendersi carico dei propri studenti e si sottolinea la finalità educativa della sanzione, della responsabilità individuale, della trasparenza e proporzionalità della sanzione, della riparazione del danno. È sempre possibile chiedere la conversione della sanzione nello svolgimento di attività a favore della scuola.

Scarica lo Statuto degli Studenti e delle Studentesse (in formato .pdf)

 

 

Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License
Tutti i marchi e i loghi utilizzati sono di proprietà dei rispettivi proprietari